Download Auschwitz. Ero il numero 220543 by Denis Avey con Rob Broomby, E. Cantoni PDF

By Denis Avey con Rob Broomby, E. Cantoni

Una storia vera. period il 1944. Sono entrato advert Auschwitz di mia volontà. È possibile immaginare che qualcuno si sia introdotto volontariamente advert Auschwitz? Eppure, nel 1944, un uomo è stato capace di farlo. Denis Avey è un prigioniero di guerra inglese, che durante il giorno è costretto ai lavori forzati insieme ai detenuti ebrei. Gli basta poco in keeping with capire quale sia l’orrore che attende quegli uomini, consunti e stravolti, quando l. a. sera fanno rientro al loro campo… Quello che intuisce è atroce, ma Denis sente di voler vedere con i propri occhi: in un gesto che pare folle, make a decision di scambiare los angeles sua divisa da militare con gli stracci a righe di un ebreo di nome Hans, ed entrare nell’inferno di Auschwitz. Da quel momento ha inizio l. a. sua lotta in line with salvare los angeles propria vita e quella di tanti altri prigionieri ebrei. Una storia scioccante e commovente che, a più di sessant’anni dalla positive della seconda guerra mondiale, Denis Avey ha finalmente trovato los angeles forza di raccontare. in line with testimoniare, ancora una volta, l’orrore dell’Olocausto. Denis Aveyè nato nell’Essex nel 1919, si è arruolato nel 1939 nell’esercito britannico e ha combattuto nel deserto durante los angeles seconda guerra mondiale. Dopo essere stato catturato, viene trasferito prima in Italia e poi nel campo di prigionia vicino advert Auschwitz III. Alla effective del conflitto, riesce tra mille peripezie a tornare nel Regno Unito, dove vive tutt’ora. È stato insignito dall’ex Primo Ministro inglese, Gordon Brown, della medaglia d’onore come eroe dell’Olocausto. Grazie a Rob Broomby, giornalista della BBC, l. a. storia di Avey è finalmente diventata di pubblico dominio, prima con un documentario e poi con un libro tradotto in tutto il mondo.

Show description

Read or Download Auschwitz. Ero il numero 220543 PDF

Similar holocaust books

Ordinary Men: Reserve Police Battalion 101 and the Final Solution in Poland

The stunning account of ways a unit of commonplace middle-aged Germans turned the cold-blooded murderers of tens of millions of Jews.

Remembering: Voices of the Holocaust: A New History in the Words of the Men and Women Who Survived

A special oral background of the whole span of the Holocaust in line with interviews from the sound documents of the Imperial warfare Museum and the nationwide Holocaust Museum in Washington, D. C.

The Last Seven Months of Anne Frank

The "unwritten" ultimate bankruptcy of Anne Frank: The Diary of a tender lady tells the tale of the time among Anne Frank's arrest and her dying during the testimony of six Jewish ladies who survived the hell from which Anne Frank by no means retumed.

Commemorating Hell: The Public Memory of Mittelbau-Dora

 This robust, wide-ranging background of the Nazi focus camp Mittelbau-Dora is the 1st e-book to investigate how reminiscence of the 3rd Reich developed all through adjustments within the German regime from international warfare II to the current. development on intimate wisdom of the heritage of the camp, the place a 3rd of the 60,000 prisoners didn't live to tell the tale the struggle, Gretchen Schafft and Gerhard Zeidler study the political and cultural elements of the camp's memorialization in East Germany and, after 1989, in unified Germany.

Additional resources for Auschwitz. Ero il numero 220543

Sample text

Mike Mosley mi avvistò, seduto al volante del mio cingolato. «Fammi passare in rassegna tutta la colonna, avanti e indietro», disse, salendo a bordo e restando dritto in piedi al posto di comando. Evidentemente voleva farsi vedere dalle truppe: forse si aspettava che scattassero tutti sull'attenti a fargli il saluto militare. Era la mia occasione di dimostrargli che razza di autista ero. Girai la chiavetta, e premetti il pulsante dell'accensione. Il motore V-8 si mise in moto. Ingranai la marcia e mi avviai.

Io ero ancora deciso a guadagnarmi i gradi, non tanto per l'onore, ma perché sapevo di potermela cavare meglio di alcuni dei militari di carriera. Avevo già visto promuovere capitano un tizio che giudicavo un incapace. A quei tempi gli avvicendamenti erano costanti, vista la necessità di rimpiazzare gli ufficiali caduti, e ciò nonostante i figli del popolo venivano regolarmente superati dagli altri. Non era giusto. Io ero stato promosso caporale per le mie doti di tiratore, e così andava fatto: in base al merito.

Di tanto in tanto il sole accendeva dei bagliori dorati sulle mostrine e medaglie che gli coprivano il petto. Il generale Annibale Bergonzoli, "baffetti elettrici" in persona, si stava consegnando al nemico. Era riuscito a sfuggirci a Bardia e a Tobruk, ma adesso era nelle nostre mani, insieme a un drappello di altri generali. Mentre il suo mantello svolazzava, notai che teneva ancora infilata nella cinta una piccola automatica con il calcio in avorio. Avanzai di un passo, e con un cenno indicai la pistola.

Download PDF sample

Rated 4.92 of 5 – based on 24 votes